MONEYGRAM AWARDS 2017: LA VINCITRICE LA DOMINICANA BERENICE BROWN - Expreso Latino

Primera plana

Yafreisy Berenice Brown Omage della Repubblica Dominicana vince il premio di Imprenditore dell’anno in Italia.

MoneyGram, società multinazionale specializzata nei servizi di money transfer, ha premiato oggi, alla presenza della Presidente della Camera dei Deputati On. Laura Boldrini, gli imprenditori vincitori della nona edizione dei MoneyGram Awards, il premio all’imprenditoria immigrata in Italia. Alla cerimonia che si è svolta a Roma ha partecipato anche Emma Bonino come ospite d’onore.  Il riconoscimento più prestigioso dei MoneyGram Awards, il Premio all’Imprenditore immigrato dell’anno, è stato consegnato dalla Presidente Boldrini a Yafreisy Berenice Brown Omage, che ha vinto anche per la categoria “Imprenditoria Giovanile”.  

Yafreisy Berenice Brown Omage, originaria della Repubblica Dominicana è titolare di un supermercato che nel 2016 ha fatturato circa 1,4 milioni di euro e impiega circa 15 dipendenti. Yafreisy ha 25 anni e vive a Roma. In Italia dal 2012, con l’aiuto e l’esperienza del marito ha rilevato nel 2013 un supermercato con un panificio annesso. Nel suo percorso ha superato varie difficoltà e con determinazione ha portato avanti la crescita della propria impresa.  

L’edizione di quest’anno ha visto per la prima volta la premiazione di tre imprenditori immigrati residenti nel Regno Unito, Francia e Germania. Luljeta Nuzi (Albania) titolare di Shpresa Programme nel Regno Unito, Julie Abisségué (Camerun) titolare di Arts Design Africa in Francia e Ramy Al-Asheq (Siria) titolare di Abwab in Germania, sono stati insigniti dello speciale riconoscimento di “Imprenditore Internazionale”.  

“È un’iniziativa che, nel corso degli anni, ci ha permesso di entrare in contatto con circa 1600 aziende e di scoprire realtà importanti, nate e cresciute in settori nuovi o attraverso il rilancio di attività in difficoltà, storie di imprenditori che hanno superato le barriere linguistiche e burocratiche per l’accesso al credito e sono riusciti a crearsi una nuova vita nel rispetto delle regole”, commenta Massimo Canovi, Head of Southern Europe di MoneyGram.   

Gli altri premi di categoria del MoneyGram Awards 2017 sono stati così assegnati:  Crescita del Profitto Leart Dhrami, originario dell’Albania, ha 47 anni, vive a Roma dove gestisce dal 2006 La Spiga d’Oro, un panificio che offre anche servizio di catering.  Occupazione  Constantino Fidanza, proveniente dal Brasile, attualmente vive a Pescara dove è titolare della Graf Color, azienda specializzata nella stampa digitale. Conta 20 dipendenti e tra i clienti anche importanti gruppi internazionali nel settore della moda.

Innovazione Imad El Kanj, nato in Libano. Dopo aver vissuto l’esperienza della guerra civile in Libano, nel 2005 arriva a Milano, consegue una laurea triennale presso l’università Bicocca e una specialistica in Economia e Finanza all’Università Cattolica. Nel 2016 fonda la start-up Italy’s got style, una e-boutique di moda italiana per clienti arabi in grado di creare opportunità di vendita per oltre 80 brand italiani.  Responsabilità Sociale  Nelly Roxana Rondan Lira, nata in Perù e residente a Torino, è proprietaria del ristorante La Rustica dedicato alla cucina peruviana, una delle più variegate dell’America Latina.

Ha partecipato a diversi progetti sociali come insegnante di cucina etnica.  La borsa di studio “MoneyGram” in collaborazione con l’Università di Roma Tre è stata assegnata a Ferenchak Volodymyr, studente ucraino del corso di studi di Finanza Banca e Mercati, che si è distinto in materia di imprenditoria e business management.  

La giuria dei MoneyGram Awards  Nel 2017 la giuria si è avvalsa di due comitati:  Comitato tecnico scientifico: Maria Cristina Bertellini (Comitato di Presidenza Piccola Industria Confindustria), Radwan Khawatmi (Presidente Hirux International), Maria Fermanelli (Vice Presidente CNA), Paolo Ghezzi (Direttore Infocamere), Indra Perera (Presidente CNA World), Carlo Alberto Pratesi (Professore Università Roma Tre) e Chiara Tronchin (Ricercatrice Fondazione Leone Moressa).  Comitato d’onore: Giuseppe De Rita (Presidente Censis), Natale Forlani (Collegio sindaci INPS), Franco Pittau (Presidente Onorario IDOS), Alessandro Plateroti (Vice Direttore Il Sole 24 Ore). 

 

 

Foto: Ireneo Spencer

Foto: Ireneo Spencer

Foto: Ireneo Spencer